venerdì 25 novembre 2011

LAMPU DDI FURRIT

Paola Alcioni 
sa cantadora

I nostri figli si chiederanno perché abbiamo lasciato che accadesse... che vergogna... che vergogna davanti a questi innocenti...

Piango per le madri che partorirono carne da cannone: figli morti a diciotto anni per una guerra che non li riguardava e mai più tornati neanche a riposare nell'abbraccio della propria terra...

Piango per le madri di ora, che vedono il buio negli occhi dei propri figli,... riflesso di un futuro che non c'è.

Piango perché ne conosco il dolore, fino in fondo alla mia carne viva di donna ch'iat a bolli essi istrale, raju, 

LAMPU... 

po furriai a cinixu is intruxus maladitus chi funt calendi apitz'e sa carri notzenti de is giòvunus, a niaxis, faendi a tìrias insanguentadas is mortus e is bius...

Reazioni: